Ristorante U Giancu - La CucinaRistorante U Giancu - La Cucina

La Cucina

Ristorante U Giancu - Separatore

A U Giancu piace cucinare danzando con le stagioni. Il ritmo iniziale, in inverno, lo danno i carciofi che poi cedono il passo a una primavera di asparagi viola, verdi e bianchi. Inoltre, a seconda del periodo e di quello che Diego trova nei campi, ci sono le erbe e i fiori del prebuggiun, che crudi fanno un’insalata multicolore e cotti un ripieno per ravioli gustoso e delicato al tempo stesso. Giro di valzer con tutti i colori delle verdure estive: le melanzane grandi e piccolissime, le zucchine con i loro fiori arancioni, i fagiolini verdi, i borlotti biancorossi, i cipollotti, i sedani gialli,  i peperoni multicolor. E quando balla, in estate, spesso capita che pesti… il basilico! Ottimo per accompagnare la pasta fresca fatta in casa e insaporire il classico minestrone genovese.

In autunno, il bosco è una scenografia di colori caldi, perfetta per fare spuntare i funghi: porcini, finferli, squilli di trombette (Craterellus cibarius), colombine, steccherini. Tutti insieme danzano nelle sue padelle.  Il pane e la focaccia fatti in casa non mancano mai, magari serviti con saporiti formaggi locali. Completano l’opera le carni di manzo, coniglio, maiale, gallo, bisonte, agnello, vitello cucinate in molti modi diversi. E prima che cali il sipario…Torte di mele, pere, pesche, le crostate con marmellate fatte in casa con la frutta del nostro frutteto. Vari tipi di biscotti alla cannella, ai pistacchi o alle nocciole, croccanti o morbidi. Infine i gelati cremosi e i freschi sorbetti  di frutta preparati da  Emanuele chiudono in dolcezza il nostro menù.

Ristorante U Giancu - La Cucina
Ristorante U Giancu - La Cucina
Ristorante U Giancu - La Cucina
Ristorante U Giancu - La Cucina
Ristorante U Giancu - La CantinaRistorante U Giancu - La Cantina

La Cantina

Ristorante U Giancu - Separatore

“Bianco o rosso?” Questa la domanda classica che si faceva al ristorante negli anni ’60. Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti. Oggi tutti siamo più informati ed in grado di fare una scelta più mirata. Termini quali: brut, morbido, cru, magnum e fruttato non sono più così astrusi.
Anche U Giancu si è evoluto con il passare del tempo. Al “timone” della nostra cantina ora c’è Martino  che appartiene alla terza generazione “gianchesca”. Da parte sua c’è molta attenzione verso i vini naturali.

Tra le oltre 300 etichette cerca di privilegiare le piccole produzioni e i vitigni autoctoni vinificati con metodi biologici o biodinamici, anche se non mancano i grandi vini della tradizione enologica italiana. La carta è divisa in regioni per una più facile consultazione, con una particolare attenzione alle bottiglie di formato piccolo che sono sempre più richieste. E, ultima nata, la pagina dedicata ai vini francesi e ovviamente un occhio speciale per gli Champagnes che sono  molto graditi al cantiniere.

Ristorante U Giancu - La Cantina
Ristorante U Giancu - La Cantina
Ristorante U Giancu - La Cantina
Birra Galhop Logo

Il birrificio

Ristorante U Giancu - Separatore

Durante l’inverno del 2012/13 non ce ne siamo stati con le mani in mano. Ci abbiamo dato dentro di brutto e abbiamo restaurato il vecchio frantoio fine 800 dei nonni. Cercando di cambiarlo il meno possibile. A fine primavera lo abbiamo inaugurato e molti di voi già lo hanno visitato e utilizzato durante l’estate. Ora siamo pronti ad accendere la stufa a legna per  scaldarlo nei mesi freddi. Aspettandovi…
Anche il piccolo Birrificio ” Il giro del cavallo” ha visto la luce nonchè la prima schiuma di birra prodotta da Emanuele con grande cura e passione.